Francesco Tadini: Quando Mario Soldati invitò Emilio Tadini a far parte del Bagutta, il più antico e nobile premio letterario italiano, diventò il più baguttiano dei baguttiani – Guido Vergani dal volume Torno subito

Qui e sul sito Friplot di Francesco Tadini (http://friplot.wordpress.com/) sarà ripresentato, in post successivi, il libro Torno subito. Torno subito – in omaggio al pittore e scrittore Emilio Tadini – raccoglie testi scritti poco tempo dopo la sua scomparsa – nel 2002 – grazie all’impegno e alla volontà di Francesco Micheli, Segue, oggi, il brano di Guido Vergani. In fondo al brano troverete i link web dei passi già presentati.  >

 

Torno subito, Guido Vergani

Emilio – riesco a chiamarlo solo così, come era abitudine d’amicizia – mi rimane nel cuore e nella memoria soprattutto per la grazia, l’ironia, l’intelligenza che cadenzavano la sua vita, la sua creatività, i l suo stare fra la gente, i l suo piacere della “gag”. Amava Milano e, per la sua città, era battagliero, s’impegnava istigando alla contemporaneità, a pensare in grande, a lasciare “segni” architettonici nuovi e visibili. Ma sapeva farsi carico delle tradizioni: l’Accademia di Brera e Bagutta. Quando Mario Soldati lo invitò a far parte del Bagutta, il più antico e nobile premio letterario italiano, diventò i l più baguttiano dei baguttiani, aderendo entusiasticamente allo spirito del premio di cui, dopo Soldati, è stato i l primo giudice, i l presidente. Era straordinariamente generoso di sé: si metteva in gioco per tenere a battesimo i l libro di un amico non sulla cresta del successo. Non aveva spocchie intellettuali. Si mise in gioco per “Città”, la rivista che i l fotografo Carlo Orsi, un vecchio “giamaicano”, uno dei tanti “figli” di mamma Lina com’era lui, e un gruppo di amici squattrinati riuscirono a far vivere sino al decimo numero. La morte di Emilio Tadini toglie molto alla migliore anima di Milano. Guido Vergani

Francesco Tadini, trittico di Emilio Tadini, No particular place, 1989, acrilici su tela, 190x84,200x120, 190x84

Francesco Tadini, trittico di Emilio Tadini, No particular place, 1989, acrilici su tela, 190x84,200x120, 190x84

Nota sul Premio Bagutta

Dal 1927 (anno di nascita di Emilio Tadini) il “Premio Bagutta” viene assegnato ogni anno (dal 1937 al 1947 non fu concesso). Successivamente sorsero altri numerosi premi. Oggi, in Italia, ci sono oltre 1.300 premi letterari: tutti venuti da e dopo il Premio Bagutta.

Nel 1999, il 64° Premio Bagutta fu assegnato alle poesie e prose di Andrea Zanzotto. Nella giuria: presidente Emilio Tadini e vicepresidente Guido Vergani.

sito del Premio Bagutta: http://www.bagutta.it/italiano.html

TORNO SUBITO: testi presentati ad oggi on line ai seguenti link:
Furio Colombo e Emilio Tadini, link: https://francescotadini.net/emilio-tadini-archivio/emilio-tadini-torno-subito/

Dario Fo per Emilio Tadini: https://francescotadini.net/2011/12/28/francesco-tadini-invita-a-correre-a-vedere-mistero-buffo-con-dario-fo-e-franca-rame-a-milano-16-gennaio-2012-e-ricorda-le-loro-parole-daffetto-per-il-padre-emilio-tadini/ –

– Alda Merini per E. Tadinihttp://friplot.wordpress.com/2012/01/01/francesco-tadini-in-memoria-di-emilio-tadini-dal-libro-torno-subito-i-versi-di-alda-merini/

-Elisabetta sgarbi per E. Tadini https://francescotadini.net/2012/01/04/francesco-tadini-pittore-scrittore-umorista-e-dissolve-emilio-tadini-in-tutte-le-sue-forme-la-monotonia-buia-e-oscura-di-unerudizione-spesso-solo-stanca-e-libresca-elisabetta-sgarbi-dal-libr/

Aldo Grasso per Emilio Tadini https://francescotadini.net/2011/12/30/francesco-tadini-ricorda-il-padre-emilio-tadini-con-un-testo-di-aldo-grasso-da-torno-subitofrancesco-tadini-ricorda-il-padre-emilio-tadini-con-un-testo-di-aldo-grasso-da-torno-subito/

– Lina Sotis per E.Tadini http://friplot.wordpress.com/2011/12/31/francesco-tadini-pubblica-pagine-in-memoria-del-padre-emilio-tadini-da-torno-subito-oggi-il-testo-di-lina-sotis/

Paolo Fabbri per E. Tadini   https://francescotadini.net/2012/01/01/francesco-tadini-condivide-testi-in-memoria-di-emilio-tadini-dal-libro-torno-subito-oggi-le-parole-di-paolo-fabbri/

– Natalia Aspesi per E. Tadini https://francescotadini.net/2012/01/02/francesco-tadini-dallarchivio-a-me-suscitava-timidezza-per-la-semplicita-elegante-dei-suoi-modi-natalia-aspesi-su-emilio-tadini-in-torno-subito-2002/

Maria Mulas per E. Tadini  http://friplot.wordpress.com/2012/01/03/francesco-tadini-aveva-una-fantasia-completamente-surreale-emilio-tadini-maria-mulas-dal-libro-torno-subito/

 

Francesco Tadini – colpito dal notevole numero di lettori che continuano a testimoniare prossimità al progetto dell’archivio digitale relativo alle opere pittoriche e letterarie di Tadini (organizzato con l’aiuto davvero insostituibile di Melina Scalise, presidente odierno dell’associazione culturale Spazio Tadini di Milano) – auspica un 2012 splendido per  tutti: ricco di arte e di grazia.

Nella foto successiva – degli anni ’70 – Francesco Tadini e – con gli occhiali – Michele Tadini, oggi musicista e compositore.

Francesco Tadini e Michele Tadini

Francesco Tadini e Michele Tadini

Annunci

Informazioni su Francesco Tadini

Francesco Tadini. Aiuto Regista per alcuni anni al Teatro alla Scala di Milano, dall'Aida con Ronconi a il Pelleas et Melisande con Antoine Vitez. Regista televisivo per RAI, MEDIASET, TVSvizzera Italiana, ZDF, ARTE. Fondatore di tre società di comunicazione video e multimediale. Pubblicitario e consulente per ENI e SNAM Rete Gas. Ideatore e Produttore del primo adventure game multimediale di "Edutainment" in Italia, per ENI e LEGAMBIENTE: "Equilibrium". Ha realizzato per RAITRE per anni come autore e regista (sia dei documentari che delle dirette TV) il programma culturale di punta "Non solo Film" con Giancarlo Santalmassi conduttore. Un anno negli Stati Uniti con più di 1200 interviste realizzate per la RAI. Autore di 51 puntate del programma "La macchina del tempo" condotto da Alessandro Cecchi Paone e in onda su MTV Channel. Gallerista. Blogger. Ha fondato Spazio Tadini con la giornalista Melina Scalise
Questa voce è stata pubblicata in Alda Merini, Aldo Grasso, Andrea Zanzotto, arte moderna e contemporanea, avanguardie artistiche, Bagutta premio letterario, bar Giamaica, Carlo Orsi, Dario Fo, Elisabetta Sgarbi, Emilio Tadini, francesco tadini, Furio Colombo, gallerie d'arte Milano, Guido Vergani, Lina Sotis, Maria Mulas, Mario Soldati, Michele Tadini, Milano arte, mostre, Paolo Fabbri, Pittori, pittura, Premio Bagutta, scrittori italiani del Novecento, Spazio Tadini, Tadini, Tadini Francesco, Torno subito Emilio Tadini e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Francesco Tadini: Quando Mario Soldati invitò Emilio Tadini a far parte del Bagutta, il più antico e nobile premio letterario italiano, diventò il più baguttiano dei baguttiani – Guido Vergani dal volume Torno subito

  1. Pingback: Francesco Tadini: Emilio Tadini resterà, come un ultimo esemplare di intellettuale completo, quasi fosse uscito d’un balzo dal Rinascimento e capitato fra noi – dal libro Occhio alla pittura di Giorgio Fanti | Francesco Tadini

  2. Pingback: Francesco Tadini: sapeva leggere molto profondamente qualsiasi tipo di testo, Emilio Tadini – Mauro Bersani in Torno subito | Francesco Tadini

  3. Pingback: Francesco Tadini: Perdere – di colpo – Ottiero Ottieri ed Emilio Tadini, è una ferita irrimediabile – Alberto Arbasino dal libro Torno subito | Francesco Tadini

  4. Pingback: Francesco Tadini: la sensibilità di Emilio Tadini aveva colto, del mio lavoro, molti dettagli che ai più sfuggono – Giorgio Armani dal volume Torno subito | Francesco Tadini

  5. Pingback: Francesco Tadini: dal volume Torno subito – Emilio Tadini fu un uomo pubblico nel senso più ampio del termine – Gianni Cervetti | Francesco Tadini

  6. Pingback: Francesco Tadini: dal libro Torno subito – Emilio Tadini è stato per me fonte di ispirazione per varie proposte di Kriziauomo – Mariuccia Mandelli, in arte Krizia | Francesco Tadini

  7. Pingback: Francesco Tadini: da Torno subito – Emilio Tadini era tra le pochissime persone che mi affascinavano, che più mi ricordavano la Parigi dei surrealisti – Arturo Schwarz | Francesco Tadini

I commenti sono chiusi.