Concerti di musica contemporanea 2013 dal 26 marzo al Teatro Elfo Puccini – Francesco Tadini Milano News

Francesco Tadini Milano NewsMusica impura – stagione 2013 dal 26 marzo al 10 giugno 2013 la nuova stagione musicale di Sentieri selvaggi. COMUNICATO STAMPA a cura di Marco Ferullo Sentieri selvaggi presenta Musica Impura concerti di musica contemporanea 2013 dal 26 marzo al 10 giugno 2013 in residenza al Teatro Elfo Puccini, Milano. 

Francesco Tadini, Milano news arte cultura

Milano news arte cultura

I concerti di Sentieri selvaggi sono a emissioni zero grazie all’energia rinnovabile di Edison Si inaugura martedì 26 marzo 2013, al Teatro Elfo Puccini di Milano, la nuova stagione musicale di Sentieri selvaggi, realizzata con il sostegno di Comune di Milano, Edison e Teatro Elfo Puccini e il patrocinio di Regione Lombardia. L’attività di Sentieri selvaggi, dal 1997 a oggi, si è contraddistinta per un costante lavoro di divulgazione e diffusione della musica contemporanea al grande pubblico, attraverso la scelta di un linguaggio nuovo. Sentieri selvaggi in oltre quindici anni di attività ha collaborato con numerosi protagonisti della musica internazionale (fra gli altri, David Lang, Louis Andriessen, James McMillan, Michael Daugherty), con uno sguardo attento alle avanguardie d’oltreoceano così come alla più originale generazione di compositori italiani (da Francesco Antonioni a Nicola Campogrande, da Armando Gentilucci a Carlo Galante, da Lorenzo Ferrero a Giovanni Mancuso).

Musica Impura è il titolo del nuovo ciclo di concerti, in residenza al Teatro dell’Elfo di Milano, che sintetizza abilmente il cartellone 2013: un percorso musicale trasversale a estetiche e linguaggi distanti, costruito con lo scopo di varcare i confini che separano generi e stili performativi e allo stesso tempo identificare quella forma “impura” di fare musica dell’ensemble, in cui scompaiono le distanze tra pubblico e musicisti, le barriere tra le categorie, e ogni forma di accademismo lascia il posto a una comunicazione informale, schietta e diretta.

Sei sono gli appuntamenti in programma dal 26 marzo al 10 giugno 2013, con la consueta inaugurazione affidata a un ensemble ospite. Ad aprire la stagione Musica Impura saranno gli olandesi Lunapark, in prima italiana. Fondato da Arnold Marinissen e Anthony Fiumara nel 2009 e formato da un gruppo di musicisti con base a Strijp-S di Eindhoven – il sito ex Philips diventato centro creativo per molti giovani artisti europei – l’ensemble Lunapark ha aperto la strada all’incontro tra il mondo della composizione e dell’esecuzione classica e quello dell’elettronica contemporanea extraclassica. Con questo spirito, nel concerto milanese, l’ensemble reinterpreta brani elettronici di artisti internazionali quali Massive Attack, Brian Eno e Squarepusher in chiave orchestrale, con un risultato che trascende idioma e genere, e che essi stessi provano a definire – con una sorta di apparente cortocircuito – “digital folk music”.

Il clarinettista e performer Evan Zyporin,storico componente del collettivo newyorkese Bang On A Can All-Stars, è protagonista del concerto dal titolo Laboratorio (23 aprile): Ziporyn, che nella veste di compositore scrive musica traendo spesso spunto da prassi musicali extracolte, in questa occasione esegue in prima assoluta una sua nuova composizione dal titolo emblematico: Projet pour une révolution à New York. La stagione musicale di Sentieri selvaggi è come sempre un ritratto ampio e articolato della creatività compositiva contemporanea, e il programma di questo concerto presenta, oltre al brano di Zyporin, tre prime assolute di lavori commissionati dall’ensemble a Giorgio Colombo Taccani, Matteo Manzitti e Anthony Fiumara, che mostrano ancora una volta i tratti della attuale scena musicale: vivace e in turbolenta evoluzione.

Il terzo appuntamento della stagione è il recital di Andrea Rebaudengo (30 aprile), che esegue al pianoforte le 36 variazioni sul tema di El Pueblo Unido del compositore e pianista americano Frederic Rzewski. La cultura popolare e la protesta politica sono la sorgente dell’impurita musicale e performativa di Rzewski. La pagina in programma, che riprende l’emblema del rinnovamento del socialismo cileno degli anni 70, affronta la celebre melodia in modi molto differenti, con stile e gestualità che sembrano ripercorrere la storia stessa della variazione pianistica.

Il violoncellista Giovanni Sollima (14 maggio), è ospite della stagione Musica Impura nella duplice veste di solista e compositore, con il suo celebre lavoro Spasimo. L’approccio di Giovanni Sollima alla composizione è tra i più originali e passionali. La sua poetica, ispirata dalle tradizioni culturali del Mediterraneo e da suggestioni di carattere storico e politico, ha tra i suoi punti d’arrivo proprio Spasimo, affresco strumentale dedicato all’omonima chiesa sconsacrata palermitana, luogo vibrante di tante anime come il violoncello di Sollima. Un percorso musicale senza frontiere, impuro dalla radice profonda del pensiero sino alla fisicità che ne caratterizza l’esecuzione. Durante il concerto saranno eseguite da Sentieri selvaggi altre due opere del musicista: Quartet files e Sento il canto in curva.

Michael Daugherty è tra i compositori americani più eseguiti della sua generazione, definito dalla rivista Time “un maestro dalla immaginazione anticonformista, con un coraggioso senso della struttura e un orecchio meticoloso”. Dougherty sarà ospite a Milano di Sentieri selvaggi per il concerto American Icons (22 maggio). Brani come Elvis everywhere, Jackie’s Song, Venetian Blinds, Paul Robeson Told Me, Sing Sing: J. Edgar Hoover che Sentieri selvaggi esegue in questo concerto, mostrano il rapporto intimo di Daugherty con la cultura pop americana, ma figure come Elvis Presley, Frank Sinatra, divorate dai media e trasformate in vere e proprie icone, riprendono vita attraverso partiture complesse in maniera totalmente inedita, talvolta impietosamente sarcastica. Lo sfaccettato stile di Daugherty è una riflessione sulla potenza evocativa degli stilemi della musica di consumo, che egli è in grado di reinventare con straordinaria e raffinata sensibilita.

Grazie alla collaborazione di Conservatorio di musica G. Verdi di Milano e Milano Civica Scuola di Musica, Michael Daugherty, in occasione del concerto a lui dedicato, terrà una Masterclass pubblica al Conservatorio di Milano nella giornata di mercoledì 22 maggio, dalle 10.00 alle 13.00 (sala Puccini) e dalle 14.00 alle 16.30 (aula 103). Al mattino Daugherty racconterà e farà ascoltare la propria musica nell’incontro aperto a tutti. Nel pomeriggio gli allievi del Conservatorio e della Civica Scuola di Musica potranno sottoporre all’attenzione del compositore i propri lavori. Per partecipare gli studenti interessati sono tenuti ad anticipare la richiesta via mail all’indirizzo organizzazione. Coloro i quali parteciperanno alla Masterclass avranno diritto ad un biglietto ridotto per il concerto serale di Sentieri selvaggi, al prezzo speciale di 5 €.

Altro artista ospite della stagione Musica Impura è Patrizio Fariselli (10 giugno), tra i fondatori insieme a Demetrio Stratos e Giulio Capiozzo degli Area, gruppo cardine della scena musicale italiana degli anni ’70, e tutt’ora in attività. Patrizio Fariselli torna alla ribalta come autore per questo spettacolo che mescola musica, danza e multimedialità e che ripropone le sperimentazioni pianistiche dell’album “Antropofagia” del 1977 accompagnate da una performance di danza di Loretta Fariselli e installazioni visive di Roberto Masotti e Cleo Fariselli. Un concerto per conoscere l’evoluzione stilistica di una delle personalità più significative della nostra avanguardia musicale e che, nella seconda parte della serata, vedrà al pianoforte Patrizio Fariselli per presentare brani della sua più recente produzione.

I biglietti saranno in vendita al prezzo di 15, 10 e 5 euro presso la biglietteria del Teatro Elfo Puccini in Corso Buenos Aires 33. Per informazioni e prenotazioni tel. 02 00 66 06 06 dal lunedì al sabato ore 10:30/19:30 e la domenica ore 14:30/17:30, o sul circuito www.vivaticket.it

Sentieri selvaggi e Edison promuovono la sostenibilità della mobilità cittadina: grazie a Sentieri sostenibili, i primi dieci spettatori che arriveranno a teatro in bicicletta la sera del concerto riceveranno un biglietto omaggio. Le biciclette dei primi dieci spettatori saranno ospitate nel foyer del teatro in un’apposita rastrelliera.Liniziativa, sperimentata già lo scorso anno, rientra nel più ampio progetto Edison –Change the Music volto alla promozione di una cultura della sostenibilità anche nella musica.

Inoltre Sentieri selvaggi aderisce all’iniziativa “Teatro, Cinema.. in BICI ridotto” a favore della mobilità ciclistica milanese offrendo a chi raggiunge il teatro con la propria bici, o con quelle del servizio di bikesharing cittadino BikeMI, il biglietto ridotto al prezzo di 10 euro anzichè 15.

Tutte le informazioni sul sito www.sentieriselvaggi.org

Biglietteria

Intero € 15

Convenzioni € 10

Ridotto* € 5

*Amici di Sentieri, lettori di Amadeus con coupon, lettori di Repubblica Tuttomilano

per prenotazioni

Biglietteria Teatro Elfo Puccini

corso Buenos Aires 33 – tel. 02 00 66 06 06

lunedì – sabato 10:30/19:30 | domenica 14:30/17:30

www.vivaticket.it

Informazioni

Sentieri selvaggi Associazione Culturale

viale Monza, 169 – 20125 Milano

Tel./Fax. 02-28510170

Michele Palozzo

pubblicherelazioni

www.sentieriselvaggi.org

Marco Ferullo

Comunicazione e ufficio stampa

Via Ascanio Sforza 69/1

20141 Milano

+39 347 19 32 762

marco.ferullo

www.musicpress.it

Francesco Tadini, Milano news arte cultura

Milano news concerti

Francesco Tadini – organizzatore e promotore d’arte e cultura con Spazio Tadini Arte Contemporanea Marco Ferullo per le notizie.

Annunci

Informazioni su Francesco Tadini

Francesco Tadini. Aiuto Regista per alcuni anni al Teatro alla Scala di Milano, dall'Aida con Ronconi a il Pelleas et Melisande con Antoine Vitez. Regista televisivo per RAI, MEDIASET, TVSvizzera Italiana, ZDF, ARTE. Fondatore di tre società di comunicazione video e multimediale. Pubblicitario e consulente per ENI e SNAM Rete Gas. Ideatore e Produttore del primo adventure game multimediale di "Edutainment" in Italia, per ENI e LEGAMBIENTE: "Equilibrium". Ha realizzato per RAITRE per anni come autore e regista (sia dei documentari che delle dirette TV) il programma culturale di punta "Non solo Film" con Giancarlo Santalmassi conduttore. Un anno negli Stati Uniti con più di 1200 interviste realizzate per la RAI. Autore di 51 puntate del programma "La macchina del tempo" condotto da Alessandro Cecchi Paone e in onda su MTV Channel. Gallerista. Blogger. Ha fondato Spazio Tadini con la giornalista Melina Scalise
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Concerti, francesco tadini, Francesco Tadini Milano News, musica contemporanea, musica elettronica, Spazio Tadini, Tadini, Teatro Elfo Puccini e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.