Milano, la bicicletta di Francesco Tadini e l’idea di un festival

Francesco Tadini

Francesco Tadini, Milano, via Jommelli 24 – flussi d’incoscienza

Milano, la bicicletta di Francesco Tadini  e l’idea di un festival. Informando i signori navigatori che questo blog servirà solo a fornire degli indizi sugli interminabili flussi di coscienza a ruota libera di Tadini – il vero sito, già più che “in costruzione” è a > questo LINK – mi rassereno pedalando qualche parola. La ruota anteriore di Francesco gira con la stessa velocità di quella posteriore: la rassicurazione arriva da un centro studi dislocato nel miglior emisfero cerebrale che io abbia mai trovato nel nuovo Brain Sharing di Milano (l’indirizzo vorrei che fosse, a poter scegliere, in Piazza Gae Aulenti, nel centro nuovo del capoluogo lombardo: il più fotografato da turisti e instagramers). L’idea di un festival dedicato al simbolo di quella che – la dritta arriva da gente seria – è l’economia condivisa (o “da condividere”?) del futuro mi è venuta sui pedali. La Bici val bene una Messa. E vale anche una mostra. Dove? A quello Spazio Tadini di via Jommelli 24 (nel quale abbiamo, per inciso, appena finito di installare l’aria condizionata) nel quale qualcuno di voi – “miei ipocriti lettori” – ha già zanzato più di un aperitivo da inaugurazione. Un festival Bici / Arte? Solo in via Jommelli? Certo che no: io la regina di Spazio Tadini – al secolo Melina Scalise – stiamo pensando di spargerlo per la città di Milano. In più punti. Non solo gallerie d’arte. Potrebbe essere condiviso anche dalla rete culturale (e non solo culturale!) delle Anime Nascoste fondata dall’eccellente Alberto Oliva? Chissà mai? A furia di pedalare arriveremo pure da qualche parte? E le la parte non esistesse? E se trovassimo solo un gran Tutto gremito di gente? Potremmo, allora, parcheggiare le nostre bici alla rastrelliera e levare il grido “Viva Milano!”?

Nel frattempo, in questa estate milanese ricca di eventi – basti pensare all’Estate Sforzesca 2016 (e il suo ricchissimo programma), per dire – il sottoscritto Tadini e Melina Scalise si imbottiscono di panini al Politico – adiacente al Castello Sforzesco – e si sciolgono d’amor per i gelati di via Accademia (i migliori dei mondi)!

Annunci

Informazioni su Francesco Tadini

Francesco Tadini. Aiuto Regista per alcuni anni al Teatro alla Scala di Milano, dall'Aida con Ronconi a il Pelleas et Melisande con Antoine Vitez. Regista televisivo per RAI, MEDIASET, TVSvizzera Italiana, ZDF, ARTE. Fondatore di tre società di comunicazione video e multimediale. Pubblicitario e consulente per ENI e SNAM Rete Gas. Ideatore e Produttore del primo adventure game multimediale di "Edutainment" in Italia, per ENI e LEGAMBIENTE: "Equilibrium". Ha realizzato per RAITRE per anni come autore e regista (sia dei documentari che delle dirette TV) il programma culturale di punta "Non solo Film" con Giancarlo Santalmassi conduttore. Un anno negli Stati Uniti con più di 1200 interviste realizzate per la RAI. Autore di 51 puntate del programma "La macchina del tempo" condotto da Alessandro Cecchi Paone e in onda su MTV Channel. Gallerista. Blogger. Ha fondato Spazio Tadini con la giornalista Melina Scalise
Questa voce è stata pubblicata in biciclette Milano, francesco tadini, Milano e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.