Storia di Milano di Pietro Verri

storia di Milano

storia di Milano – Pietro Verri

Storia di Milano di Pietro Verri. Opera in due volumi di Verri (1728-1797), pubblicata dal 1783 al 1797 e rimasta incompleta per la morte dell’autore. Come il Verri stesso dichiara nella prefazione, è un’opera di divulgazione storica, in cui si contemperano due sentimenti, “amore del vero e amore della patria”. Vi si narra la storia della capitale lombarda dalla devastazione di Attila; e dopo aver descritto lo stato di rovina della città sotto i barbari nei secoli V-VI, si accennano le condizioni generali dell’Europa e d’Italia, nel quadro delle quali è collocato il risorgere di Milano.
Pietro Verri mette in rilievo la politica accorta dei vescovi milanesi che, oscillando nel dare appoggio ora alluno ora all’altro dei feudatari contendentisi il regno italico, mirano sostanzialmente a mantenere la città in uno stato di autonomia; l’indipendenza effettiva è raggiunta difatti nel secolo XII, epoca in cui le sollevazioni, provocate da motivi d’indole insieme politica e religiosa, sono indizio di un’intima vitalità di Milano. Quattro ampi capitoli sono dedicati alla vita della nascente repubblica medievale e alle sue lotte con Federico I di Svevia. Quindi il Verri si diffonde a parlare della signoria viscontea, accennando anche ai principali monumenti artistici costruiti a Milano in quell’epoca: con acuto spirito storico conserva serenità di giudizio sia verso l’assolutismo dei signori, che non approva, ma che giustifica inquadrandolo nelle circostanze del tempo, sia verso la condotta politica della borghesia del Medioevo e del Rinascimento. Il secondo volume si apre con le lotte per il predominio tra Francia e Spagna nell’Italia settentrionale, delle quali Milano fu teatro principale tino alla pace di Cambresis: a questo punto la narrazione del Verri s’interrompe. Essa fu continuata da Egidio De Magri che giunse fino ai primi decenni del sec. XIX.

Annunci

Informazioni su Francesco Tadini

Francesco Tadini. Aiuto Regista per alcuni anni al Teatro alla Scala di Milano, dall'Aida con Ronconi a il Pelleas et Melisande con Antoine Vitez. Regista televisivo per RAI, MEDIASET, TVSvizzera Italiana, ZDF, ARTE. Fondatore di tre società di comunicazione video e multimediale. Pubblicitario e consulente per ENI e SNAM Rete Gas. Ideatore e Produttore del primo adventure game multimediale di "Edutainment" in Italia, per ENI e LEGAMBIENTE: "Equilibrium". Ha realizzato per RAITRE per anni come autore e regista (sia dei documentari che delle dirette TV) il programma culturale di punta "Non solo Film" con Giancarlo Santalmassi conduttore. Un anno negli Stati Uniti con più di 1200 interviste realizzate per la RAI. Autore di 51 puntate del programma "La macchina del tempo" condotto da Alessandro Cecchi Paone e in onda su MTV Channel. Gallerista. Blogger. Ha fondato Spazio Tadini con la giornalista Melina Scalise
Questa voce è stata pubblicata in Milano, storia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.