Andrée Ruth Shammah regista de La deposizione di Emilio Tadini

Andrée Ruth Shammah firma la regia de La deposizione di Emilio Tadini interpretata magistralmente dall’attrice Anna Nogara al Teatro Franco Parenti. La casa editrice Einaudi pubblicò nel ‘97 il libro di Tadini, nella collana dedicata al teatro. Pubblichiamo l’articolo con il quale Renato Palazzi recensì lo spettacolo il 20 aprile 1997, sul giornale Il Sole 24 ORE.

La deposizione di Emilio Tadini

La deposizione di Emilio Tadini, messa in scena da Andrée Ruth Shammah nel 1997

Per il teatro è evidentemente l’anno della cronaca nera che assurge ad assolutezza metafisica: dopo infanticida Rina Fort evocata dalla Me­dea di Ronconi, ecco infatti una sorta di Mantide descritta da Emilio Tadini nel suo monologo La deposizione, in scena in un suggestivo stanzone nei meandri del Teatro Franco Parenti. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la deposizione del titolo non è infatti il soggetto religioso di tanta pittura medioevale, non ha niente a che fare con la croce, è una deposizione resa in tribunale, la lunga perorazione d’inno­cenza di una donna accusata di sette omicidi davanti a una giuria che coincide col pubblico.

 

Questa donna ha un nome, Eli­de Zampetti, ma ad attribuirglielo è stato lo staff del teatro – con la regista Andrée Ruth Shammah – non l’autore, per il quale il personaggio resta avvolto in un’aura di anonimato. Non sappiamo che mestiere faccia, e dove abiti, anche se si può immaginare il suo rispettabile appartamentino periferico. Ovviamente ignoriamo se sia colpevole o innocente, e continueremo a ignorarlo: risulta solo che ha avuto delle storie con certi uomini, che li ha rinvigoriti, recuperati alla vita, che poi costoro l’hanno abbandonata, e in seguito a ciò — a uno a uno — sono misteriosamente scomparsi.

Il breve testo, un’ora scarsa di durata, è tutto qui, in questo risalire a comportamenti che restano avvolti nell’ombra, in questo profluvio di parole un po’ sconnesso che non ci porta a una verità ma solo a un agitarsi di sentimenti che spiegano tutto e non spiegano nulla. E forse l’ambiguità del titolo è, se non voluta, almeno pertinente nel delineare una figura — appena virata sul grottesco — di moderna madonna metropolitana, una stralunata madonna assassina che se non partorisce vergine conserva comunque una strana purezza che forse le consente di uccidere senza perdere la sua sostanziale innocenza.
Proprio l’indeterminatezza, la duplicità, l’ambivalenza di giudizio sono il pregio e il limite di questa Deposizione.

Emilio Tadini costruisce abilmente il ritratto di una femminilità sospesa tra quotidianità e delirio, tra normalità ed emarginazione, ma la sua lingua è come sovrastata dai vilup­pi psicologici, si fa lieve e fin troppo prevedibile, corre via senza optare né per il dramma né per la dolorosa ironia che pure a tratti ne emerge. La regia di Andrée Ruth Shammah, una regia di piccoli gesti, di minime sfumature, dà corpo e carne a questa creatura verbale, interpretata con penetrante adesione da Anna Nogara, mentre lo spazio ideato da Gian Maurizio Fercioni lascia in­travedere una cella oltre la quale si apre un enigmatico “altrove”.

Renato Palazzi

La deposizione, di Emilio Tadini
regia di Andrée Ruth Shammah
Teatro Fran­co Parenti, Milano
Aprile 1997

Annunci

Informazioni su Francesco Tadini

Francesco Tadini. Aiuto Regista per alcuni anni al Teatro alla Scala di Milano, dall'Aida con Ronconi a il Pelleas et Melisande con Antoine Vitez. Regista televisivo per RAI, MEDIASET, TVSvizzera Italiana, ZDF, ARTE. Fondatore di tre società di comunicazione video e multimediale. Pubblicitario e consulente per ENI e SNAM Rete Gas. Ideatore e Produttore del primo adventure game multimediale di "Edutainment" in Italia, per ENI e LEGAMBIENTE: "Equilibrium". Ha realizzato per RAITRE per anni come autore e regista (sia dei documentari che delle dirette TV) il programma culturale di punta "Non solo Film" con Giancarlo Santalmassi conduttore. Un anno negli Stati Uniti con più di 1200 interviste realizzate per la RAI. Autore di 51 puntate del programma "La macchina del tempo" condotto da Alessandro Cecchi Paone e in onda su MTV Channel. Gallerista. Blogger. Ha fondato Spazio Tadini con la giornalista Melina Scalise
Questa voce è stata pubblicata in teatro e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...